Outfit per ogni silhouette – Parte 2

Tornano i nostri consigli su come vestirti al meglio in accordo con la tua silhouette. Come abbiamo detto nella parte 1, non esiste una fisicità che non sia bella e a suo modo: basta trovare il modo giusto di valorizzarla con l’abbigliamento!

Dopo aver indagato le possibilità di outfit per fisici a pera e a mela, dalla cesta della frutta ci spostiamo alla geometria e passiamo ai nostri consigli su silhouette a triangolo invertito, a rettangolo e, fuori da ogni categoria, la clessidra!

Pronte? Via!

 

Silhouette a triangolo invertito

Con triangolo invertito si intendono quelle corporature che si presentano con spalle larghe e volumi importanti sul busto, per andare ad assottigliarsi verso fianchi e lato B.

E allora è proprio lì che dobbiamo puntare i riflettori! Sì a fantasie, tinte sgargianti e colori chiari per le gambe. Di contro, il top deve essere semplice, preferibilmente monocolore. Evitare quasi come regola d’oro quei capi che portino l’attenzione proprio sul torace e sulle spalle larghe, e quindi top troppo aderenti, senza spalline (scollature off-shoulder) o, peggio ancora, con spalline imbottite (vale anche per le giacche!). Sbizzarrirsi, invece, con maglie, camicie, bluse che abbiano volumi morbidi, maniche voluminose o a pipistrello che aiutino a direzionare altrove lo sguardo.

Altro trucchetto: normalmente chi ha questo tipo di fisicità ha anche un bel punto vita. Perché non metterlo in risalto? Anzi, riuscendo a creare volute immediatamente sora il punto vita (per esempio con un cinturone o un abito che abbia un top più morbido rispetto alla gonna più aderente), il busto risulterà visivamente più armonioso e bilanciato.

Una scollatura sul seno aiuta ad “abbassare” l’altezza dell’attenzione e contribuire a portarla verso i punti forti della silhouette. La scollatura più indicata resta quella incrociata, da riproporre anche nella scelta degli abiti. Usate le vostre ginocchia come riferimento per la lunghezza ideale: poco sopra o poco sotto. Idem per le gonne. Sì a shorts e pantaloni che mettano ben in risalto le gambe (come i jeans skinny in denim chiaro!).

 

Fisico a rettangolo

Geometria parte due, siamo ai fisici a rettangolo. Una fisicità che risulta proporzionata ma dalle curve non vistose: fianchi stretti, sedere non voluminoso, vita non troppo marcata, seno che “non si impegna ma potrebbe”.

Dobbiamo creare volume intorno a questa silhouette! Il vostro armadio è forse il più variegato ed estroso di tutti. Sì ai look che prevedano asimmetrie, sovrapposizioni, insomma, giochi di lunghezze e volumi piazzati nei punti giusti. Per esempio, per segnare il punto vita potreste optare per top e giacche che presentino balze e svasature proprio dal punto vita in giù. Oppure, che abbiano delle applicazioni di volant al seno, o delle maxi spalline.

I capi scuri e oversize sono tendenzialmente da evitare, poiché tendono ad assottigliare ancora di più la figura. A meno che… non piazziate una bella cintura a contrasto al punto vita, creando un’interruzione nella linearità della vostra corporatura.

Gonne e abiti vanno bene di tantissime tipologie, anche se ideali risultano essere quelli a ruota o svasati. Fare però attenzione che non vadano a stringere, piuttosto, dove ci sono delle spigolosità. Quanto ai pantaloni, via libera più o meno a tutto, ma tenendo a mente il nostro consiglio; meglio evitare i modelli troppo voluminosi.

Gambe sottili? No a tacchi grossi e scarpe con plateau vistosi e calzature ingombranti in generale che vi diano l’aspetto di Betty Spaghetti (ve la ricordate?); sì a tutto il resto.

 

Outfit per fisico a clessidra

Che sia un 90 – 60 – 90, poco importa: il fisico a clessidra parte con un vantaggio tutto suo, ovvero quello di avere delle forme ben proporzionate naturalmente tra loro.

Qui la fata madrina avrebbe avuto poco da lavorare, nessuna magia particolare è richiesta. Piuttosto, occorre soltanto scegliere capi che aiutino a mantenere, anche visivamente, l’equilibrio naturale della tua corporatura.

Primo suggerimento, evitare i modelli di top o abiti che cadano dritti, andando a nascondere il bel punto vita sottile. Al tempo stesso, potresti evitare di sovraccaricare il la parte che riguarda il seno, con volant o arricciature che possono risultare eccessive. Promosso lo scollo a v tra tutti.

Per valorizzare, invece, il punto vita puntare a pantaloni a vita alta, abiti svasati o aderenti. Idem per le gonne, per cui risultano ideali quelle a tubo e a vita alta, e altrettanto le svasate e quelle a ruota se non troppo voluminose (il rischio che sembrino un tutù è dietro l’angolo, con un lato b importante per quanto proporzionato).

Evitare capi a vita bassa: andrebbero otticamente ad allargare i fianchi, creando una sproporzione. Altrettanto, pantaloni con un taglio compreso tra sopra il ginocchio e metà polpaccio; sì ai pantaloni capri, da metà polpaccio in giù.

Quanto a capispalla, scegli giacche e cappotti sfiancati: anche da coperta, non nasconderanno i tuoi punti forti!

 

Non sai ancora scegliere?

E allora scrivici! Abbiamo un catalogo così ampio e talmente tanta esperienza nel settore che sicuramente sapremo consigliarti al meglio. Mettici alla prova: non vediamo l’ora di diventare i tuoi personal shopper.

Etichette: Fashion Tips

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.