Outfit per ogni silhouette - Parte 1

Se continui a guardare l’armadio e pensare che non hai nulla da mettere, molto probabilmente sei:

  • Con un’età che va dall’adolescenza in su
  • Una donna che ama lo shopping per cui ogni scusa è buona
  • Una donna che sbaglia qualcosa quando fa shopping.

Se la causa è la terza, abbiamo da bacchettarti un po’. Se è vero che il gusto nell’abbigliamento è totalmente personale e non occorre essere al passo con le tendenze per sentirsi a proprio agio… è anche vero che ogni silhouette ha i suoi capi d’elezione e forse se non ti vedi bene allo specchio con quello che hai già nell’armadio è perché hai preso qualcosa che non ti valorizza abbastanza.

Hai bisogno di qualche trucchetto? Ci pensiamo noi. I prossimi saldi, del resto, sono vicini: potresti iniziare a compilare la tua wishlist in modo più consapevole ed essere ancora più soddisfatta all’arrivo del tuo pacco Khloè.

 

Come trovare il capo adatto ad ogni fisicità

Presupposto numero 1: ogni fisico è bello, e se si scopre come valorizzarlo non c’è taglia che tenga.

Presupposto numero 2: valorizzare i punti forti e nascondere i punti critici è più semplice di quanto tu possa immaginare. Si tratta di giocare con l’abbigliamento e gli effetti ottici che i giusti capi possono creare, ed è davvero semplicissimo. Quindi, occhio a colori, stampe, applicazioni, volumi e, ultimi ma non meno importanti, accessori.

Silhouette a pera

Con questo tipo di fisicità si intendono quelle corporature che tendono ad avere fianchi e lato b più importanti a confronto del busto asciutto e delle spalle strette.

Bacchetta magica alla mano, compi il tuo incantesimo sul tuo outfit. Vuoi bilanciare al meglio la figura?

Cominciamo dall’organizzare i colori. Elimina le stampe vivaci e i colori sgargianti e chiari dalla parte inferiore, andando a posizionarli nel top del tuo abbigliamento. Sotto, invece, indossa colori scuri e prediligi la tinta unita ed evita assolutamente qualsiasi tipo di decorazione (paillettes, toppe, ricami, tasconi) sui fianchi.

Il vantaggio da sfruttare: il punto vita. Chi ha un fisico “a pera” tende ad avere il punto vita stretto.

Via libera quindi a pantaloni a vita alta con tagli larghi, design a palazzo o scampanato che rimetta equilibrio lungo la gamba. No a pantaloni con la vita bassa in vista e no ad una temibilissima combo: shorts a vita bassa! Sarebbe come indossare un’insegna luminosa che dica a tutti “Guardate qui: ho dei fianchi importanti”.

Evita anche maglie con taglio sotto al seno, che vadano ad allargarsi proprio in direzione dei fianchi senza segnare il punto vita.

Gonna time? Sappi che sono i capi che, se ben scelti, ti valorizzano di più. Scegli a gonne a vita alta non fascianti sulle cosce (eccezion fatta per le mini, vedi dopo), evitando per esempio i modelli a tulipano che tendono a sottolineare il volume di fianchi e sedere, e prediligendo modelli svasati, longuette, plissettati. E la minigonna? Sì, a vita alta, e prendi nota di un altro trucco ancora: collant scuri, scarpe a punta della stessa tonalità ti aiutano ad allungare otticamente le gambe.

Vuoi continuare a spostare l’attenzione di chi guarda verso la parte alta? Orecchini abbondanti, collane su decollete, foulard: concentra i tuoi accessori (ma senza eccesso) dal busto in su.

 

Silhouette a mela

Siamo davanti ad un fisico che presenta proporzioni inverse rispetto al precedente: gambe sottili e punto vita poco marcato. Che fare quindi per direzionare lo sguardo altrui?

Anche in questo caso partiamo dai colori, che vanno invertiti rispetto a quanto detto precedentemente. Ovvero: i colori chiari, le stampe e i tessuti luminosi (lurex, paillettes, laminati, effetto pelle) vanno indossati sulla parte bassa. La parte alta, invece, va aiutata a riequilibrarsi con colori scuri o tenui, che suggeriscano l’assottigliamento, con tagli sotto la cintura e scollature a v che creino una direttrice verticale (e quindi snellente).

Cosa altro può aiutare a direzionare lo sguardo? Tasche sul seno (esempio, per le camicie), scollo a barca che punta l’obiettivo sulle spalle o scollo a cascata/boccale.

Cominciamo con il valorizzare i punti forti. Abbiamo queste belle gambe affusolate? Allora portiamo lì l’attenzione. Sì a pantaloni aderenti, dal classico a sigaretta allo skinny, leggins inclusi. Evitare, invece, pantaloni larghi che vadano ad aggiungere volume, prolungando otticamente quello già presente al girovita.

Quanto agli abiti, preferire modelli non fascianti o stretti in vita, ma piuttosto con design a forma di A che mettano in evidenza il seno (tendenzialmente generoso in questi tipi di corporatura) e scivoli morbidamente su pancia e fianchi. Meglio ancora se con un taglio corto o al massimo al ginocchio: mette nuovamente in mostra le gambe e la loro sottigliezza, riequilibrando otticamente la silhouette.

Altro trucco: no a calzature ingombranti e voluminose che facciano sembrare la gamba affusolata a esageratamente sottile; sì a stivali, stringate, tacchi.

In inverno sia su abiti che su outfit spezzati avrete un alleato in più: un cardigan da far scendere morbido fino ai fianchi, livellando le tue forme (e tenendoti ben al calduccio, che non è da sottovalutare). Per gli altri momenti dell’anno, invece, arrivano in vostro aiuto giacche e blazer sciancrati.

Ti siamo state d'aiuto?

Puoi continuare a chiederci di più chattando con noi tramite social o Whatsapp, o attendere l'uscita della seconda parte dell'articolo dedicata ad altre tipologie di fisicità dove ti verrà magari più facile riconoscerti.

Prima di lasciarti: abbiamo parlato di accessori per arricchire i tuoi outfit e guidare l'attenzione dell'osservatore. Sfoglia la selezione qui di seguito per prendere spunto, e trova infine gli outfit in grafica per prendere ispirazione!

The fields marked with * are required.